Automatizzare il business è possibile: scopri i benefici per il Retail

14 Ottobre 2021

Automatizzare il business attraverso soluzioni digitali è la chiave di volta per innovare le aziende del settore Retail e migliorare la relativa customer journey. Una soluzione quasi obbligata oggi per mantenersi competitivi sul mercato, come ha dimostrato il periodo di lockdown, ma che presenta opportunità di crescita e sviluppo. Questa prospettiva si può concretizzare attraverso strumenti di BPA – Business Process Automation, con i quali la gestione dei flussi di lavoro diventa più veloce, comoda e semplice, con benefici che impattano sia sui lavoratori che su clienti e fornitori. Occuparsi di ordini, fatture, accreditamenti e comunicazioni non richiederà più uno sforzo consistente agli operatori aziendali, in quanto saranno supportati nello svolgimento di tali funzioni da sistemi basati su intelligenza artificiale, in grado di occuparsene. Inoltre, l’automatizzazione dei processi permette un’oculata gestione dei dati che, implementando in azienda un’adeguata data driven governance per un uso delle informazioni in ottica strategica, offre l’occasione per rendere più efficiente il proprio servizio.   

Automatizzare il business nel settore Retail, perché è una priorità 

Come per le realtà degli altri settori produttivi, anche le aziende dell’ambito Retail stanno accrescendo la propria consapevolezza sull’importanza di approntare la trasformazione digitale dei propri processi operativi e di business. Una condizione che certamente è stata accelerata dalla pandemia di coronavirus, che ha spinto molte imprese dal 2020 a spingere sul fronte dell’innovazione per assicurare la business continuity delle proprie attività: le restrizioni per contenere il contagio hanno riguardato in larga parte la chiusura di negozi, centri commerciali e locali. Rendere virtuali le vendite e i rapporti con fornitori e clienti si è dimostrato indispensabile per sopravvivere. 

A supporto di ciò, i dati dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail della School of Management del Politecnico di Milano, pubblicati a inizio 2021, mostrano come al di là della scelta di sviluppare un eCommerce, molti operatori hanno agito per migliorare la capacità operativa e la presenza sul territorio: il 77% in particolare ha investito in tecnologia. È sorta anche la necessità di attuare nuove strategie per vendere e comunicare con i clienti, per cui se il 48% degli operatori ha usato i social network, il 42% ha optato per le video-call e il 20% piattaforme di live stream shopping. Il 40% dei retailer analizzati inoltre ha introdotto sistemi per prenotare da remoto la visita nel negozio fisico, il 28% ha inserito soluzioni per gestire le file in modo virtuale. È chiaro da questo scenario come il settore abbia la necessità di ridefinire i propri modelli, contemplando la digitalizzazione non come un ambito opzionale ma come la leva prioritaria su cui basare il proprio futuro.  

Come automatizzare il business nel settore Retail 

Per affrontare la transizione digitale e trasformare i processi delle proprie attività, è necessario adottare soluzioni tecnologiche in grado di automatizzare il business. Una piattaforma modulare, con servizi che permettono di innovare la gestione di documenti, dati, comunicazioni e altri flussi di lavoro, è indispensabile non solo per garantire l’operatività ma addirittura per migliorarla. La digitalizzazione dei processi, infatti, non trova la sua utilità solo nel caso in cui si presentasse l’impossibilità di gestire in presenza le relazioni commerciali, in quanto rende più comodo e semplice gestire ogni aspetto dell’attività. Con soluzioni di BPA, che sono basate su algoritmi di intelligenza artificiale, a customer experience viene totalmente rivoluzionata e migliorata, in quanto il processo si velocizza in modo notevole e si offre al cliente la possibilità di essere sempre aggiornato sullo stato della propria situazione. 

Migliora anche il lavoro di back office e amministrazione, perché vengono automatizzati processi di gestione di documenti come bolle, registrazione entrata merce o magazzino, ogni aspetto dei cicli di fatturazione elettronica compresa la fase di conservazione delle fatture, oltre alle comunicazioni interne ed esterne con fornitori e clienti. I dati inoltre, in questo contesto, assumono un ruolo centrale: i sistemi di automatizzazione ne permettono oltre che la gestione anche l’analisi, con la possibilità di ottenere report in base ai quali indirizzare le proprie scelte di business per migliorarsi ancora di più.  

Condividi su: